Press

Roberto Pianca zieht mit weicher Gitarre unsichtbare Verbindungsfäden.
stereo play

Roberto Pianca gitarre breitet Klangflächen, zerlegte Akkorde und dunkle Grundierungen aus, die dieser ätherischen Musik einen Soundscape-artigen Charakter geben.
– stereo

Guitarist Pianca is as capable of plangent, Bill Frisell-like chording as he is nasty, blues-rockish eruptions.
– burningambulance.com

Much has already been written about Roberto Pianca‘s style somewhere between grungy “Hendrix distortion” and  “delicate Jim Hall”, it does provide exciting contrasts between the pale pastels and the darker moods.
– Bea Venturini – swissvibes.org

Masson, Pianca and Maniscalco represent the next wave, one that references more contemporary sources as merely a starting point for something else entirely.
– John Kelman – All About Jazz

Roberto Pianca, ticinese, che si appresta a festeggiare le trenta primavere, è frutto del Conservatorio di Amsterdam che, a quanto pare, funziona a meraviglia.
– Alceste Ayroldi – Jazzitalia

…Pianca can go from Jim Hall impressionism to Larry Coryell electronic. Fresh material delivered quite imaginatively.
– George W. Harris – jazzweekly.com

Pianca has a gentle, rounded electric sound here, a more wiry, near country flavour there, and then a Hendrix psychedelic bent over there.
– thejazzbreakfast.com

…guitariste sans esbroufe, connaît son John Abercrombie sur le bout des cordes, sans pour autant cracher sur les distorsions; il les insère avec un à-propos irréprochable, c’est-à-dire toujours stimulant, dans un discours commun dont il ne perd pas de vue une seconde la cohésion.
– Le Temps

…Pianca si è ritagliato spazi solistici interessanti e ha immaginificamente espresso espansione e ricerca di una propria connotazione musicale che è ormai più che una speranza. Il suo suono si è liberato al meglio nel registro medio, grazie a timbriche ricchissime di sustain e a una dilatazione complessa e aerea, supporto ideale per le scorribande solistiche dei compagni, quale elemento acquatico e collante dell’ensemble.
– Enzo Giordano – Amit

Il chitarrista Roberto Pianca è un esempio di come i giovani jazzisti ticinesi siano in grado di dialogare per tecnica e capacità espressive, con musicisti provenienti da altre parti del mondo.
– Corriere Del Ticino

Il chitarrista Pianca è uno dei talenti emergenti della scena europea. Nato in Svizzera nel 1984, si è fatto notare per un linguaggio maturo e per delle doti di interprete in cui combina perfettamente la lezione moderna della chitarra jazz con un innato senso dell’improvvisazione più eversiva.
– Luigi Sabelli – L’Arena

Roberto Pianca è uno dei più giovani e preparati jazzisti ticinesi. Ha assunto con impegno e serietà il suo ruolo, presentando numerosi progetti musicali di grande interesse.
– Alessandro Zanoli – Jazzy Jams

Interview from ‘Prepared Guitar’ (2015)